Carte di crediito clonate - allarme nel Tigulio

Carte di credito clonate nel tigulio, attenzione allo skimmer

Carte di credito clonate nel Tigullio: «Le denunce sono all’ordine del giorno - dice il procuratore capo di Chiavari, Luigi Carli - si tratta di un grosso problema anche in questa zona».
Le denuncie sono per i più svariati ammonti di denaro, da poche centinaia di euro, duecento, duecento e cinquanta.
Chi anche da mille euro, duemila euro. Chi scopre con orrore che il massimale della carta di credito è stato raggiunto, ma da qualcun altro. «E, generalmente, quando il truffato se ne accorge, ovvero quando arriva l’estratto conto, ormai è troppo tardi per rintracciare i clonatori», spiegano alla squadra investigativa della polizia postale di Genova, che segue decine di casi in tutta la Liguria e nel Tigullio.

Tra i sistemi più utilizzati per ciare le carte di credito c’è il cosiddetto skimmer, un dispositivo elettronico che, montato dentro i bancomat o dentro le apparecchiature pos, cattura i dati che fanno funzionare le carte magnetiche e li registra. Ma un occhio allenato riesce a distinguere un apparecchio sano da uno manomesso di cui diffidare. In caso di dubbio, meglio scegliere comunque la prudenza.
Per maggiori approfondimenti sulla sicurezza della vostra carta di credito visitate il nostro articolo correlato Sicurezza Carte di Credito

Etichette:

mercoledì 27 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 19.28 | Link | 0 Commenti

Il cellulare diventa carta di credito, esperimento a Londra



Carte di Credito online vi segnala un interessante documentario sull' utilizzo del telefonino cellulare come carta di credito.
Il video racconta di come nella capitale inglese viene effetuato un test sull'utilizzo del telefonino come strumento per il pagamento. Questo dispositivo servirà per comprare il giornale, fare la spesa o pagare l'autobus.

Leggi l'articolo correltato carte di credito smart clicca Carta di Credito Smart

Etichette:

martedì 12 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 10.02 | Link | 0 Commenti

Attenzione sulle Carte di Credito Wall Street in ribasso

Comparto finanziario/bancario sotto tiro, l'eventuale ingresso in recessione potrebbe avere serie ripercussioni sulla capacita' delle famiglie di ripagare i debiti. Sell consigliati: American Express, Wells Fargo, Wachovia.


Listini azionari in rosso a Wall Street. I continui dubbi sull’economia e le rinnovate preoccupazioni sul settore finanziario hanno sbarrato la strada dei rialzi ai listini dopo la brillante performance della scorsa settimana. Il Dow Jones e' arretrato dello 0.85% a 12635, l’S&P500 dell'1.05% a 1380, il Nasdaq segna –1.26% a 2382.

Tra gli investitori e’ tornato a prevalere un atteggiamento di cautela. L’economia resta un problema, soprattutto dopo la perdita dei posti di lavoro registrata a gennaio, la prima in quattro anni e mezzo. Da uno studio condotto dal NY Times, il 64% delle famiglie americane ritiene che l’attivita’ economica Usa sia in deterioramento, per il 32% e’ stabile, solo il 4% riconosce un miglioramento delle condizioni del mercato.

A guidare la strada dei ribassi e’ stato il comparto finanziario, depresso dagli ultimi commenti degli analisti sulle societa’ delle carte di credito per via del rischio di default dei consumatori americani. "Probabilmente non siamo giunti alla fine delle cattive notizie. E’ passata la prima ondata sul business dei muti, ora sembra si possa assistere ad una nuova crisi legata al ripagamento dei debiti sulle carte di credito" ha affermato Craig Hester, chief executive di Hester Capital Management.

Gli analisti hanno consigliato agli investitori di vendere i titoli delle societa’ American Express (AXP), Wells Fargo (WFC) e Wachovia (WB), a causa delle conseguenze che l’eventuale ingresso in una fase di recessione potrebbe avere sull’abilita’ di ripagamento dei debiti delle famiglie statunitensi. Il titolo AXP ha ceduto il 3.60%, Discover Financial Services (DSF) e’ piombato -9%, Capital One Financial (COF) ha ceduto piu’ del 7%.

Etichette:

martedì 5 febbraio 2008
Inserito da: Admin, 21.55 | Link | 0 Commenti