CartaSi si butta sul mercato

Non si conosce ancora il nome della società con cui CartaSi, decide di lanciarsi nel settore dei prestiti e delle assicurazioni creando una società aperta a collaborazioni, capitali e acquisto di quote da parte di banche e partner industriali. La società, propone nuove soluzioni, cercherà, infatti di rispondere alle attuali esigenze del mercato del credito al consumo attraverso carte revolving, cessione del quinto di stipendio e prestiti personali. Le nuove proposte saranno vendute attraverso le banche o direttamente al cliente sul proprio sito web.

Si prevede che dal secondo trimestre del 2008 la nuova compagnia sarà totalmente operativa. Obiettivo è lo sviluppo dei prodotti di credito al consumo e i servizi assicurativi possano, entro 5 anni, coprire un quarto del fatturato del gruppo.

Etichette:

lunedì 31 marzo 2008
Inserito da: elikim, 15.51 | Link | 0 Commenti

Arrestato specialista nella clonazione dei Bancomat


Video interessante relativo alla sicurezza delle carte di credito, servizio pubblicato da E'Tv del 13-03 - Nel video viene documentato all'arresto di un imprenditore di Bari, specializzato nel clonare carte di credito

Etichette:

martedì 25 marzo 2008
Inserito da: Admin, 17.49 | Link | 0 Commenti

America: debito record

Il debito dei consumatori americani acceso con le società emittenti di carte di credito ha toccato quota 2.200 miliardi. Segnale chiaro di come gli americani spendano più di quanto guadagnano, tanto che tra il 1989 e il 2006 il debito è cresciuto del 315 per cento.

Alla luce della crisi dei miti la situazione è allarmante: a gennaio il pignoramento di case è salito del 57% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In totale sono state ipotecate 233.001 abitazioni, l'8% in più rispetto al mese di dicembre, di cui circa 45.327 abitazioni "ritirate" dalle banche stesse. In aumento sono anche le insolvenze dei detentori di carte di debito: infatti molti americani, non potendo più ottenere liquidità dall'apprezzamento della loro casa a causa della crisi dei mutui, fanno ricorso alla moneta elettronica. In questa situazione di crisi, c'è invece chi guadagna, come le società di carte di credito e di debito favorite dalle proiezioni sulla crescita del volume di affari: secondo alcune stime che circolano a Wall Street, nel 2010 gli americani dovrebbero fare il 55% dei loro acquisti con la moneta elettronica, il 10% in più di adesso.

Etichette:

venerdì 21 marzo 2008
Inserito da: elikim, 12.41 | Link | 0 Commenti

Carte revolving sostituirà le tradizionali

Gli esperti sono sicuri che tra qualche anno nel nostro portafoglio ci sarà solo la carta revolving. Il processo di sostituzione della carta di credito tradizionale sarà graduale, ammesso che si verifichi. I dati sull'andamento del settore parlano di una continua crescita, si tratta comunque di una spinta più lenta rispetto al passato: l'8,7% nei primi sei mesi del 2007, contro il 12,4% del 2006 e il 20% di due anni fa. Secondo gli esperti il rallentamento è dovuto ad un fenomeno di maturità del mercato.

Etichette:


Inserito da: elikim, 12.37 | Link | 0 Commenti

Carte Revolving prendono piede in Italia

L’ Osservatorio Assofin-Crif-Prometeia ha rivelato che negli scorsi giorni le carte di credito revolving rappresentano il 9,2% del totale dei finanziamenti bancari (rispetto all’8% del giugno 2003) con tassi di crescita ben superiori al 30%. Uno studio di Bipielle Ducato, società di credito al consumo della Popolare di Lodi ha analizzato le abitudini di utilizzo delle carte di credito nel territorio italiano; dal rapporto emerge che le tesserine revolving vengono utilizzate soprattutto in Lombardia, Sicilia, Toscana e Lazio. La Lombardia guida la classifica degli acquisti, infatti ogni lombardo ha speso in media 61,5 euro; segue pur con volumi di spesa dimezzarti, la Sicilia, in cui si è fatto largo uso delle carte rateali con una spesa media per residente di quasi 50 euro. Al terzo posto si colloca la Toscana con pochi centesimi in meno, seguita dal Lazio in cui la spesa con carte revolving risulta di 48 euro a testa. Le carte revolving offrono la possibilità di spendere del denaro indipendentemente dai fondi disponibili sul conto corrente, pagando ratealmente il proprio debito.


Etichette:

giovedì 20 marzo 2008
Inserito da: elikim, 09.03 | Link

Cautela a Wall Street, l’attenzione sul debutto Visa

Dopo l’atteso appuntamento con la Federal Reserve, torna la cautela tra gli investitori che si presentano in territorio leggermente negativo, anche se con perdite contenute.

Grande attesa per l’arrivo in Borsa di Visa , il cui prezzo è stato fissato a 44 dollari, al di sopra della forchetta precedentemente indicata tra 37 e 42 dollari. L'offerta di vendita ha raggiunto quasi i 18 miliardi di dollari, distinguendosi come l'IPO più alta nella storia degli Stati Uniti.

Etichette:

mercoledì 19 marzo 2008
Inserito da: elikim, 18.22 | Link

PostePay Leader delle prepagate

Il commercio elettronico e le transazioni di denaro online fanno un passo in avanti in quanto a sicurezza: Poste Italiane sigla un nuovo accordo con PayPal (società del gruppo eBay), che permette ai titolari di una carta prepagata PostePay e di un account Paypal di rendere più rapido ed immediato il trasferimento di denaro.

Infatti una nuova funzione di PayPal consente ai venditori di eBay di trasferire direttamente sulla carta PostePay quanto accumulato sul conto PayPal con la loro attività in totale sicurezza.

La prepagata Postepay può, in questo modo, essere utilizzata non solo come mezzo di pagamento su eBay, ma anche come mezzo di incasso.

Pertanto Poste Italiane, già leader nel settore delle prepagate, rafforza la sua posizione all’interno del mercato europeo.

Etichette:

lunedì 17 marzo 2008
Inserito da: elikim, 09.56 | Link | 0 Commenti

Pagamento PayPal in crescita nel mondo

PayPal: sistema di pagamento online continua a crescere la sua influenza nel mondo. Si può constatare, all’interno del mercato italiano, attraverso il durevole rapporto con Poste Italiane, mentre a livello internazionale grazie ad una nuova alleanza con MasterCard, che permetterà a Paypal di offrire carte di credito “virtuali” ai suoi utenti. Il servizio è nominato PayPal SecureCard, per ora disponibile solo per gli utenti statunitensi. Il nuovo sistema è basato su un software installato sul proprio computer che permette all’utente di gestire i pagamenti su quei siti che non accettano pagamenti tramite PayPal. Ogni qualvolta si cerchi di effettuare un acquisto da un sito del genere, l'unica soluzione è richiedere a Secure Card, cioè di generare un numero MasterCard che consentirà di effettuare il pagamento. La transazione viene identificata come una qualsiasi transazione effettuata con una carta di credito MasterCard.

L’idea permetterà di effettuare pagamenti tramite PayPal anche sui siti che non lo accettano, nonché permetterà alle persone che non possiedono né carta di creditocarta prepagata di acquistare online.

Etichette:

venerdì 14 marzo 2008
Inserito da: elikim, 17.49 | Link | 0 Commenti

NUOVA TRUFFA SU CARTE DI CREDITO CLONATE

Osservatorio nazionale per la Sicurezza Informatica segnala una nuova truffa riguardante carte di credito clonate. I furti delle carte di credito non avvengono tramite Internet, ma probabilmente sono poi riutilizzati sul web dai malviventi che così possono contare su una maggiore anonimità.

La nuova forma di truffa è stata applicata a battesimo in Inghilterra, ma arriverà anche in Italia se non verranno prese le necessarie misure di sicurezza.
Consiste nell’invenzione di un marchingegno che viene posizionato non davanti o vicino alle pompe di benzina automatiche, bensì all’interno delle stesse. Ciò avviene a causa di truffatori che si presentano come addetti alla manutenzione approfittando della disattenzione del benzinaio, il quale non ne controlla(come raramente infatti accade anche in Italia) le credenziali. Fingendosi addetti al controllo ed alla manutenzione dei lettori delle carte di credito per servizio self service modificano i lettori attraverso un piccolo congegno che registra i dati delle carte. In Inghilterra, per motivi di sicurezza nell’utilizzo della carta di credito occorre addirittura digitare un PIN, il lettore taroccato registra anche il PIN, di fatto rendendo questa misura del tutto inutile.
Stefano Meller direttore della divisione tecnica dell'osservatorio della sicurezza informatica ha dichiarato che occorre informare i gestori delle aree di servizio e chiedere loro di controllare sempre le credenziali di chi ha accesso ai lettori delle carte di credito. In Italia siamo ancora in tempo nell’evitare simili calunnie. Evidenzia inoltre, l’importanza di controllare con frequenza il macchinario P.O.S. per impedirne la manomissione e la modifica da parte di qualcuno che ha possibilità di accesso all'apparecchio.

Etichette:


Inserito da: elikim, 17.22 | Link | 0 Commenti

Interessi a partire dal il 14% per Carte Revolving

Secondo Gabriele Piccini, Responsabile Divisione Retail Italia del gruppo Unicredit, ogni banca possiede la sua politica di prezzi, ma il costo e' superiore in quanto la gestione di una carta revolving e' più onerosa rispetto al credito al consumo.

Durante un convegno organizzato da Cittadinanzattiva e Unicredit Group sulla diffusione della moneta elettronica, sono stati evidenziati gli alti tassi di interesse sulle revolving che viaggiano tra il 14% ed il 20%, ben al di sopra di quelli che si pagano per il credito al consumo.
Piccini ha inoltre detto che il cliente che si avvale della 'revolving', lo fa per importi veramente molto piccoli, generalmente si tratta di mille euro. Insomma, dal punto di vista della gestione della tesoreria e' più difficile; se il mercato e' a questi livelli, ha le sue ragioni.
In Italia sono diffuse 30 milioni di carte di credito e 30 milioni di bancomat, ci sono 1 milione di pos, il 18% dei pos europei, 40 mila Atm, ma il 90% delle transazioni avviene in contanti.
Per quanto riguarda le frodi, sono in ribasso per l'uso dei chip, perché le stesse banche hanno effettuato attivita' mirate, mentre l'anno scorso e' stata fatta una operazione di 'bonifica' degli Atm che non erano più allineati.

mercoledì 12 marzo 2008
Inserito da: elikim, 11.50 | Link | 0 Commenti

Usare Pay Pal con transizione carta di credito in modo sicuro



Carte di credito Online Vi segnala un interessante video che vi illustra come utilizzare PayPal per il pagamento con carta di credito in totale sicurezza.

Il video mostra con semplicità l'utilizzo della carta di credito su PayPal, dando consigli semplici e utili anche per i non esperti di pagamenti online.

Leggi l'articolo correlato su pagamento carta di credito

Etichette:

giovedì 6 marzo 2008
Inserito da: Admin, 17.00 | Link | 0 Commenti

Gli italiani hanno paura di truffe e clonazioni delle carta di credito.

Truffe e clonazioni carte di credito gli itlini non si fidano ancora

Il Centro Ricerche e Studi su Sicurezza e Criminalità per conto di Cpp Italia,ha condotto una ricerca: gli italiani hanno paura di truffe e clonazioni delle carta di credito.

Questi dati non sono facili da interpretare:
Attivare i sistemi di sicurezza delle carte di credito che quasi tutti i gestori di carta di credito offrono è gratuito.

Esistono sistemi di sicurezza che incrementano in modo determinante il livello di sicurezza delel carte di credito e degli acquisti online:

- Notifica tramite SMS delle richieste di autorizzazione di addebito, che permette di individuare subito eventuali tentativi di addebiti illeciti, servizio solitamente gratuito offerto dai gestori

- Codice di sicurezza aggiuntivo quando si effettuano acquisti online (come Verified By Visa o Mastercard Secure Code), che aumenta la sicurezza dell'utilizzo online della carta di credito

Per maggiori consigli su come mantente la Vostra carta di credito il più sicura possibile approfondite con la nostra guida su sicurezza carta di credito clicca sicurezza carta di credito.

Etichette:


Inserito da: Admin, 12.25 | Link | 0 Commenti

Carte di credito e utilizzo da parte degli italiani

Indagine sull' utilizzo delle cate di credito tra gli italiani
Carte di credito e italiani un rapporto controversio. Le statistiche dimostrano il 78% dei connazionali possiede un bancomat, il 52% una carta di credito e il 19% una prepagata, la maggior parte resta ancora affezionato al 'rotolo' di denaro contante.

Questi dati emergono da un'indagine conoscitiva realizzata da Cittadinanzattiva e Unicredit da cui risulta anche che rispetto al passato anche gli esercizi commerciali si sono molto evoluti: 8 su 10 infatti accettano senza difficolta' il pagamento elettronico e il numero di Pos ha ormai superato il milione di unita', in linea con gli altri paesi occidentali.

I pagamenti delle famiglie italiane 9 volte su 10 sono ancora effettuati in denaro contante e le transazioni sono utilizzate solo per importi superiori agli 80 euro.


L' indagine evidenzia anche che l'utilizzatore tipo della moneta elettronica e' sostanzialmente uomo (bancomat 57%, carta di credito 60%), mentre accade il contrario nel caso della carta prepagata, dove prevale la componente di sesso femminile (56%).
La classe di eta' con una percentuale di possesso piu' elevata e' quella che va dai 31 ai 45 anni per il bancomat, la carta di credito e la carta prepagata. Da notare la connotazione giovanile dell'utilizzatore della prepagata: il 28% dei giovanissimi che si attestano, invece, all'ultimo posto per l'uso del bancomat e della carta di credito.
Differenze di utilizzo anche sul piano regionale: per bancomat e carta di credito una maggiore percentuale di possesso si registra nelle aree settentrionali (rispettivamente 43% e 51%) rispetto al Centro Sud (rispettivamente 25% e 15%), mentre per la carta prepagata si verifica una situazione di possesso analoga tra Nord e Sud (39%).
Il bancomat e' diffuso tra i lavoratori dipendenti (41%), i liberi professionisti preferiscono la carta di credito (42%) e la carta prepagata (35%).
Con riferimento al titolo di studio del possessore, emerge una sostanziale omogeneita' per tutte e tre le carte di pagamento: si tratta di persone che hanno una laurea o un diploma.

Etichette:


Inserito da: Admin, 12.17 | Link | 0 Commenti

Rubava carte di credito

24enne cittadina indiana abitante a Savigliano, per aver rubato, all'inizio del mese, da un'abitazione in via S. Andrea, una carta di credito. La stessa carta è stata, poi, utilizzata nei negozi della zona per fare degli acquisti e per prelevare denaro contante con un danno complessivo pari a 700 euro circa.

Etichette:

martedì 4 marzo 2008
Inserito da: Admin, 21.54 | Link | 0 Commenti

UN TITOLO INTERESSANTE: D''AMICO INTERNATIONAL

Tra i titoli che hanno chiuso il bilancio 2007, ci sembra interessante D'amico international.

Ha migliorato l'utile netto del 35%, i ricavi del 3.5%, l'ebit dell'1.8% e ha diminuito il suo indebitamento.

Distribuirà un dividendo di 0.23 dollari, pari ad un pay out del 47%.

Il suo p/e è 6.76, mentre il suo dividendo yield è del 6.8%.

Ora quota 2.3025 euro.

Per notizie su azioni, etf, fondi pensione e mutui, visita finanza.

Etichette:

lunedì 3 marzo 2008
Inserito da: PETRSALVATORE, 14.04 | Link | 0 Commenti