Gli italiani danno fiducia alla carta di credito

Concluso uno studio incrociato tra il Consorzio Netcomm [Consorzio del commercio elettronico italiano] e GfK Eurisko [Istituto di ricerche di mercato] su dati relativi all'uso della carta di credito online nel 2007.

I dati che emergono dimostrano che i consumatori italiani hanno maggior fiducia nelle carte magnetiche per effettuare i pagamenti in internet. Strumento diffuso per comodità, rapidità del servizio, convenienza, vasta gamma di scelta prodotti e sicurezza. In alcuni casi è diventato, addirittura, l'unico metodo di pagamento, principalmente nel settore turistico.

Lo studio è stato effettuato su un campione di 400 utenti - che abbiano effettuato almeno un acquisto online - rappresentativo del totale di circa 5 milioni di persone; alla domanda su come hanno effettuato il pagamento online è emerso che:

- 69% ha usato strumento di pagamento elettronico, di cui - 31% ha usato strumenti più tradizionali, di cui
  • 13% contrassegno
  • 08% bonifico bancario
  • 05% bollettino postale
  • 02% carta di credito offline
  • 03% altre modalità

Sulla qualità del pagamento elettronico, il 98% dei consumatori ha dimostrato soddisfazione e definiscono il servizio:
  • 24% ottimo
  • 43% molto buono
  • 29% buono
  • 2% mediocre
  • 0% scarso/insufficiente
Il metodo più "famoso" risulta quindi la carta prepagata, sulla quale una significativa percentuale si dimostra preparata; di seguito in ordine la carta di credito tradizionale, il contrassegno, il bonifico, il bollettino postale, Pagobancomat, Paypal, ricevuta bancaria e per ultimo (forse perché più innovativo) l'addebito sul cellulare.

In Italia sono più frequenti gli acquisti online di biglietti aerei e ferroviari, pacchetti vacanze, prodotti culturali, abbigliamento e accessori. Solo un 5% degli acquisti supera un importo superiore ai 500 euro, mentre quasi la metà si aggira tra i 50 e i 200 euro.

Etichette:

martedì 29 luglio 2008
Inserito da: Simona, 10.38 | Link | 0 Commenti

Guide al risparmio indispensabili

Sito consigliato per il rispamio della famiglia

Anche oggi una nuova segnalazione "Risparmiare-risparmiando.com" - Sito ricco di informazioni sul risparmio.


Risparmiare-risparmiando.com è fonte unica di consigli per risparmiare su qualsiasi cosa: dalla spesa alle bollette, dal matrimonio ai farmaci.

Eccelente la sezione dedicata ai suggerimenti per la vacanza a basso costo.

Il sito tratta inoltre delle condizioni offerte da banche, mutui e conti correnti.

Naturalmente largo spazio è dedicato al risparmio ottenuto sfruttando le risorse che il mondo di Internet mette quotidianamente a disposizione.

I consigli di Risparmiare-risparmiando.com sono sempre utili e mai banali.

Visita il sito clicca:
Risparmiare-risparmiando.com

Etichette:

giovedì 24 luglio 2008
Inserito da: Admin, 15.33 | Link | 0 Commenti

Premier card visa di BankAmericard

Premier Card offre numerose coperture assicurative e servizi aggiuntivi. Grazie al circuito Visa, uno dei maggiori network internazionali, garantisce un'accettazione senza frontiere. Un pacchetto completo di benefici esclusivi per il massimo della convenienza e della sicurezza.

La Premier Card è abbinata al Programma Targa, la promozione che attiva un Bonus per l'acquisto di un'auto, servizi e beni Fiat, Lancia e Alfa Romeo, semplicemente pagando ogni spesa con la carta di credito. Al programma partecipano automaticamente anche le eventuali Carte Aggiuntive dei famigliari o le diverse carte BankAmericard dello stesso titolare.

La carta è destinata ai Titolari di conto corrente bancario tra i 28 e i 75 anni, con reddito non inferiore ai 26.000 € netti l'anno.
Premier Card costa 118,79 € l'anno (più iscrizione iniziale di 25,82 €) e concede un fido mensile da 7.800 € in su.

L'anticipo contanti giornaliero da sportelli ATM (35.000 in Italia e 810.000 nel mondo) varia da un minimo di 100 € a un massimo di 600 € (o equivalente in valuta) con una commissione del 4% sia in Italia sia all'estero.

Il costo di invio della lettera di addebito è di 1,29 €.
Le operazioni di pagamento tramite P.O.S. sono gratuite eccetto nelle stazioni di rifornimento carburante (0,77 €).
All'estero non c'è nessuna maggiorazione sulle operazioni di acquisto e prelievo se effettuate in valuta di paesi dell'area euro mentre sulle altre valute è del 1,75%.

I titolari possono richiedere la carta di credito per un altro membro della famiglia (coniuge o figli maggiorenni e conviventi) L'Altra Premier, una carta aggiuntiva che si appoggia sullo stesso fido della carta principale e pertanto sullo stessa lettera di addebito. L'Altra Premier è collegata al circuito di pagamento internazionale Visa.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 12.45 | Link | 0 Commenti

Businnes card Visa

Carta di credito studiata per i soci di S.n.c., S.a.s. , per gli studi associati, i liberi professionisti e le Ditte Individuali. Business Card garantisce un'elevata spendibilità a livello internazionale oltre a servizi aggiuntivi di assistenza e assicurazione alla persona. Il business diventa facile e vantaggioso.

Business Card costa 30,99 € l'anno e concede un fido mensile a partire da 1.600 €.

Anticipo giornaliero di denaro contante da sportelli ATM da un minimo di 100 € a un massimo di 300 € (o equivalente in valuta) con una commissione del 4% sia in Italia sia all'estero.

I pagamenti tramite P.O.S. non costano nulla eccetto nelle stazioni di rifornimento carburante (0,77 €).
L'addebito delle spese effettuate avviene sul conto corrente della società con valuta 10 giorni dalla data di emissione della lettera di addebito. Il costo di invio della lettera di addebito riepilogativa è di 0,52 € + 0,07 € per ciascun dettaglio di spesa allegato.

All'estero non c'è nessuna maggiorazione sulle operazioni di acquisto e prelievo se effettuate in valuta di paesi dell'area euro mentre sulle altre valute è del 1,75%.

È possibile stampare il logo aziendale sul fronte, è l'azienda a indicare per quale dipendente emettere la carta e a stabilire il limite di fido mensile per ogni dipendente.

La carta di credito businnes offre anche assistenza e assicurazioni aggiuntive, un servizio di emergenza all'estero e tanto altro.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 12.10 | Link | 0 Commenti

WWF Visa

La prima carta di credito concepita per finanziare una organizzazione no-profit. WWF Visa offre numerose coperture assicurative e servizi aggiuntivi gratuiti. Grazie al circuito Visa, uno dei maggiori network internazionali, garantisce un'accettazione senza frontiere. Un pacchetto completo di benefici esclusivi per il massimo della convenienza e della sicurezza.

La carta è destinata ai Titolari di conto corrente bancario, tra i 18 e i 75 anni, residenti in Italia.

WWF Visa è gratuita il primo anno e costa 25,82 € dal secondo anno e concede un fido mensile da 1.600 a 5.200 €.

Ogni giorno è possibile prelevare contanti da sportelli ATM (35.000 in Italia e 810.000 nel mondo) da un minimo di 100 € a un massimo di 300 € (o equivalente in valuta) con una commissione del 4% sia in Italia sia all'estero.

Il costo di invio della lettera di addebito è di 1,29 €.

I pagamenti tramite P.O.S. non costano nulla eccetto nelle stazioni di rifornimento carburante (0,77 €).

All'estero non è prevista nessuna maggiorazione sulle operazioni di acquisto e prelievo se effettuate in valuta di paesi dell'area euro, mentre sulle altre valute è del 1,75%.

Per informazioni sull'Associazione, visiti il sito http://www.wwf.it/.

Etichette:

martedì 22 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 16.34 | Link | 0 Commenti

Master Card Deutsche Bank Black

Questa nuova carta offre un tipo di personalizzazione ai limiti dell'incredibile, con assicurazioni per tutte le esigenze, assistenza globale, assistenza di viaggio, assistenza medica, assistenza legale, assistenza stradale, assistenza all'abitazione e assicurazione totale.

La carta di credito Deutsche Bank Black costa 250,00 € l'anno e concede un fido mensile a partire da 15.000 €.


L'anticipo contanti giornaliero da sportelli ATM varia da un minimo di 100,00 € a un massimo di 1.000,00 € (o equivalente in valuta) con una commissione del 4% sia in Italia sia all'estero.

Il costo di invio della lettera di addebito è di 1,65 €.


Le operazioni di pagamento tramite P.O.S. sono gratuite. Sono gratuite anche le operazioni di rifornimento carburante "Firma il Pieno", nelle stazioni di servizio convenzionate.


All'estero non c'è nessuna maggiorazione sulle operazioni di acquisto e prelievo se effettuate in valuta di paesi dell'area euro, mentre sulle altre valute è del 1,75 %.


I titolari possono richiedere per un altro membro della famiglia una Carta Black aggiuntiva gratuita.

Etichette:

lunedì 21 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 19.31 | Link | 1 Commenti

Golf Fee Card VISA di BankAmericard

Carta di Credito GOlf
Questa particolare carta di credito offre i tradizionali benefici BankAmericard e in più propone vantaggi mirati a seconda del marchio co-branded preferito.

Golf Fee Card Visa accompagna i Golfisti sui green e nella vita offrendo vantaggi unici e privilegi su misura per chi ama il golf.


La carta è destinata ai Titolari di conto corrente bancario tra i 18 e i 75 anni, residenti in Italia.


Carta Golf Fee Card costa 130,00 € l'anno e concede un fido minimo mensile di 3.000 €.


Ogni giorno è possibile prelevare contanti da sportelli ATM da un minimo di 100 € a un massimo di 300 € (o equivalente in valuta) con una commissione del 4% sia in Italia sia all'estero.


Il costo di invio della lettera di addebito è di 1,85 €.
I pagamenti tramite P.O.S. non costano nulla.


Non è prevista alcuna commissione anche per il rifornimento di carburante nelle stazioni di servizio convenzionate.


All'estero non è applicata alcuna maggiorazione sulle operazioni di acquisto e prelievo se effettuate in valuta di paesi dell'area euro mentre sulle altre valute è del 1,75%.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 18.59 | Link | 0 Commenti

Electa Tua, la carta personalizzata.

Il Banco Popolare, del Gruppo Bancario, promuove la prima carta di credito interamente personalizzabile.
Electa Tua è personalizzabile anche nella sua veste grafica, è possibile infatti scegliere l'immagine a fronte della carta e cambiarla in qualsiasi momento.
Il servizio è online, dal sito ufficiale - www.electatua.it - si può caricare un'immagine o foto dal proprio pc e usarla come fronte della propria carta.
Questa forma esclusiva non esclude la personalizzazione anche nell'uso, flessibile anche nelle formule finanziarie. Essa viene emessa con modalità di "pagamento a saldo", come le comuni carte di credito, ma il cliente potrà scegliere e cambiare le modalità di rimborso ogni qual volta lo desideri.
Variabile e a discrezione del titolare della carta anche l'importo di addebito sul conto corrente, modificabile mese per mese.
Creativa e sicura, Electa Tua può passare da "pagamento a saldo" a "rateale", ricca di servizi vantaggiosi o addirittura gratuiti. Nel sito online è presente un'area riservata che dà la possibilità di gestire la propria carta con l'uso di una password sicura.

Vantaggi:
- massimale di spesa fino a 4.500 euro
- nessuna commissione sui pedaggi autostradali e carburante
- gestione totale della carta via web, sul sito ufficiale
- possibilità di blocco e sblocco degli acquisti online
- rimborso flessibile a discrezione del titolare della carta

Trova la filale più vicina cliccando qui
Per ulteriori dettagli e maggiori informazioni rivolgersi presso la filiale della tua città.

Etichette:


Inserito da: Simona, 16.02 | Link | 0 Commenti

Denunciare furto o smarrimento della carta

Come dovete agire quando vi accorgete che la carta di credito è sparita? La prima cosa da fare, senza perdere nemmeno un minuto, è telefonare alla società emittente, componendo il numero telefonico (attivo 24 ore su 24) appositamente predisposto per questo tipo di informazioni. Ogni società emittente ne ha uno: vi consigliamo di annotarvi quello che vi interessa e di portarlo sempre con voi. Fate attenzione, perché fino a che non segnalate il furto o lo smarrimento, la carta di credito potrebbe essere usata da chiunque e potreste pagare voi il danno. La segnalazione telefonica, invece, blocca la carta. Fatto questo, dovete denunciare furto o perdita alla Polizia o ai Carabinieri, quindi inviare copia della denuncia alla Società con lettera raccomandata, precisando nome, cognome e indirizzo del titolare, data, luogo e modalità del furto o dello smarrimento, numero della vostra carta. Non seguire tempestivamente questa procedura potrebbe costarvi caro: potreste vedervi addossate le conseguenze dell utilizzo della carta da parte di terzi anche dopo che avete comunicato il furto o lo smarrimento per telefono alla società emittente.

Etichette:

domenica 20 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 16.56 | Link | 0 Commenti

Il rischio del sovraindebitamento da revolving

L’uso eccessivo di carte revolving ha già portato all’estero qualche guaio. Molta gente, sapendo di disporre di una quantità di denaro “ di riserva” , ha perso ogni remora e si è indebitata oltre il previsto e il sostenibile, al punto di dover cambiare forma di finanziamento e di adeguarsi a piani di rimborso forzati. Questo fenomeno è in parte imputabile ad una regola contrattuale, che in Italia non abbìamo trovato in alcuna emittente, secondo cui il massimale ogni mese viene reintegrato anche se non è stato ancora rimborsato dal cliente; ad esempio: al signor Gianni viene concesso un massimale di 3000 euro. Il signor Gianni fa una spesa dì 1000 euro. Il mese dopo il suo massimale disponibile non è 2000 euro, ma ancora 3000. È chiaro che con una regola del genere, se il signor Gianni è un po’ svagato, il debito aumenta vertiginosamente. Ma il sovraindebitamento si è sviluppato anche senza bisogno di simili circostanze. Il consiglio è di non demonizzare gli acquisti a rate, ma controllare ogni mese l’ammontare del debito, che può facilmente sfuggire di mano..

Etichette:

sabato 19 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 18.25 | Link | 0 Commenti

Le carte di debito

Quando si apre un nuovo conto corrente, una delle prime richieste alla banca riguarda il rilascio della tessera Pagobancomat. Questo rettangolo di plastica con una banda magnetica sul retro è dotato di un codice segreto, inviato in un secondo tempo per posta al proprio domicilio, e permette di effettuare diverse operazioni:
. prelevamento di denaro contante dagli sportelli automatici (ATM, ovvero Automated Teller Machines), anche negli orari di chiusura delle banche; . pagamento nei negozi convenzionati (P0s, ovvero Point of Sales), con addebito diretto sul conto corrente del titolare;
. pagamento del pedaggio autostradale (Fastpay).
Tecnicamente il Pagobancomat è una “carta di debito” , perché se non si hanno soldi sul proprio conto non funziona a differenza delle “carte di credito” , con le quali non è necessario avere i soldi al momento dell’operazione ma solo quando tutte le operazioni dì pagamento vengono raggruppate e l’importo viene prelevato dal conto corrente.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 18.13 | Link | 0 Commenti

Il funzionamento delle carte revolving

Il revolving funziona così: l’emittente mette a disposizione del titolare una certa somma a credito, che il titolare può usare a suo piacimento, in tutto o in parte. Se il titolare decide di usare la somma, ogni mese versa all’emittente una rata con cui paga gli interessi e reintegra la somma un po’ alla volta. La somma già reintegrata o non ancora usata è comunque a disposizione, anche prima di aver rimborsato il credito in corso.
Sì tratta quindi di un prestito in cui l’ammontare del debito è elastico e deciso dal titolare, mentre il rimborso è fatto a rate (con addebito su conto corrente, con bollettini postali o con bonifici). Qui appare un’altra particolarità:
l’emittente impone al titolare un rimborso mensile che dev’essere almeno di una certa entità (di solito dai 30 ai 100 euro o il 5% del debito effettivo), ma niente vieta al titolare di pagare dì più, in modo da estinguere prima il debito e pagare meno interessi.
Dato che si può pagare più della rata minima, si può anche pagare tutto subito. Queste però sono iniziative che vanno prese di persona, perché di regola l’emittente si aspetta il pagamento rateale. In genere non servono particolari formalità: se si vuole rimborsare di più, basta farlo. Gli unici vincoli sono:
versare in banca l’importo, pagare con bollettini postali o con bonifico almeno 10 giorni prima della scadenza e avvertire del pagamento anomalo almeno 10 giorni prima della scadenza.

Etichette:

venerdì 18 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 12.32 | Link | 0 Commenti

Carta Altroconsumo

Dopo anni di test sulle carte di credito, mai nessuna risultava veramente soddisfacente per le esigenze dei consumatori. Così è nata l’idea di un nuovo servizio offerto agli associati del Comitato Consumatori Altroconsumo: andare oltre l’offerta del mercato, cercando di ottenere una carta di credito contrattandola appositamente per soddisfare le esigenze dei consumatori; il risultato: la carta di credito Altroconsumo.
Dopo aver scelto il circuito Visa, il più diffuso, Altroconsumo ha contattato tutte le società esistenti in Italia: alla fine sono stati presi accordi con la Banca Sella (tecnicamente si parla di carta co-branded, cioè emessa da due società insieme).
Con questo istituto di credito sono state negoziate le condizioni più convenienti per gli assocìatì, ottenendo complessivamente una carta che offre più vantaggi di qualsiasi altra sul mercato. Quali sono i vantaggi per la banca? Banca Sella ottiene il guadagno di qualsiasi ente che emette carte di credito (canone, commissioni. . .) ma poiché il Comitato Consumatori Altroconsumo ha moltissimi soci, l’operazione è interessante anche per loro. Insomma:
Altroconsumo è soddisfatto dì poter offrire un nuovo servizio ai propri soci, gli associati hanno una carta di credito più conveniente di qualsiasi altra (il che è possibile anche perché Altroconsumo non trattiene nessuna commissione) e la banca riceve gli introiti legati all’utilizzo della carta. Un meccanismo semplice ma efficace.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 12.14 | Link | 0 Commenti

Ingenico acquisisce il 55% di Fujian Landi diventando il primo operatore nel mercato cinese


l Gruppo Ingenico continua il processo di acquisizioni finalizzate all’incremento della propria presenza a livello mondiale.

Ingenico, il leader mondiale dei sistemi di pagamento elettronico, ha acquisito il 55% del capitale di Fujian Landi, uno dei maggiori operatori cinesi del settore, con esperienza nella progettazione e produzione di terminali EFT-POS e nei servizi.

I termini dell’accordo prevedono il pagamento cash di una cifra pari a circa 17M di dollari (11M di Euro).

L’unione delle due compagnie darà vita ad uno dei maggiori operatori nello scenario asiatico e al maggiore operatore cinese.

Fujian Landi è una società privata con sede a Fuzhou e presente in 23 regioni della Cina. E’ stata pioniera nel settore dei terminali di pagamento in Cina fin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1992.

Il Gruppo Fujian, oggi, fattura circa 18 Milioni di dollari in un mercato già grande (1,5 Milioni di terminali installati), ma ancora estremamente giovane e con enormi potenzialità di crescita. Il mercato cinese è caratterizzato dalla predominanza delle transazioni in contante, ma la domanda di transazioni elettroniche è in costante crescita in ogni settore e la richiesta di nuovi terminali di pagamento è incessante.

Philippe Lazare, Chief Executive Officer (CEO) di Ingenico, ha affermato: “Questa acquisizione è un importante passo nella nostra strategia che prevede una presenza sempre più consistente nel mercato cinese, oggetto, in questi anni, di una veloce e significativa crescita. La partnership con Fujian Landi darà a Ingenico una posizione di leader anche in Cina e, grazie ad un’offerta ampia e coordinata, anche nel resto del continente asiatico, in particolare in Corea”.

“La nostra Società potrà trarre beneficio da un’offerta ancora più ampia, grazie ai prodotti Ingenico, e potremo affrontare con la massima competenza anche nuovi mercati verticali e nuovi Paesi. Ingenico beneficerà di una rete commerciale e tecnica già diffusa e consolidata in tutto il territorio”, ha dichiarato Cai, Chief Executive Officer (CEO) di Fujian Landi “In definitiva siamo fiduciosi che questa collaborazione porterà brillanti risultati per entrambe le Società”.

Etichette:


Inserito da: Admin, 09.11 | Link | 0 Commenti

Carte internazionali

Alcune banche permettono di aggiungere al Pagobancomat una funzione, identificata con il logo del circuito Cirrus-Maestro, che rende la tessera internazionale. In questo modo può essere utilizzata fuori dall’Italia sia per effettuare prelevamenti presso gli sportelli automatici (ATM) sia per pagare i negozianti dotati delle macchinette POS, ma soltanto se si conosce il codice segreto (PIN), le spese vengono addebitate subito sul conto corrente e l’utilizzo comporta un costo. Il cambio applicato per le operazioni è stabilito dal circuito Europay International; a ciò si aggiunge una commissione variabile da banca a banca. Il cambio per le valute euro è quello fissato a fine ‘07, l’operazione è però gravata dalle solite commissioni variabili. I pagamenti tramite POS possono essere gratuiti o costare tra 1 euro e 5 euro, mentre il costo dei prelievi può oscillare tra lo 0,25% e il 4% dell’importo prelevato più eventuali spese fisse (tra 3 euro e 5 euro).

Etichette:

mercoledì 16 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 11.19 | Link | 0 Commenti

I Traveller’s Cheques

Si tratta di appositi assegni da viaggio, disponibili in differenti tagli di valute, che si possono acquistare sia in banca sia in posta. Sono ben accetti all’estero e anche piuttosto sicuri. Infatti, per poter essere spesi, devono essere firmati due volte, al momento dell’acquisto in banca e al momento della spesa davanti all’esercente, il quale può controllare la vostra seconda firma mentre la apponete davanti a lui. Quindi mai firmarli prima di essere sul punto di spenderli.
In caso di smarrimento o furto, telefonate subito al numero verde della società emittente per darne notizia, meglio se sarete in grado dì indicare pure i numeri di serie, la data e il luogo di acquisto. Se questa segnalazione è immediata, si può addirittura ottenere anche il rimborso del Traveller’s Cheques (in genere dopo pochi giorni) presso il più vicino ufficio viaggi o tramite la filiale di una banca. Vi consigliamo di acquistarli nella valuta del paese estero in cui siete diretti, altrimenti pagherete una doppia commissione di cambio: una in Italia e l’altra per effettuare il nuovo cambio nella valuta del paese estero. Richiedete tagli piccoli, più facilmente spendibili anche in negozio e meno rìschiosi in caso di furto, se avrete l’accortezza di tenerli divisi. All’estero, poi, cercate sempre di cambiarli in banca e non presso i cambiavalute che, di solito, chiedono commissioni più salate e meno trasparenti.

Etichette:

martedì 15 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 12.49 | Link | 0 Commenti

In caso di furto o smarrimento della carta

Anche per i titolari di carta di credito, come già visto per il Bancomat, i rischi di furto o smarrimento sono costantemente in agguato.

Per ridurre al minimo i rischi legati all’uso fraudolento della carta di credito, basta prendere una serie di precauzioni che, per lo più, sono accorgimenti di semplice buon senso:
firmare subito la carta sul retro appena rilasciata dalla banca, in modo da mettere in difficoltà l’eventuale ladro quando deve firmare il voucher. Se il ladro trova la carta senza firma gli sarà sicuramente più semplice imitare la propria.


Evitare di trascrivere il numero di identificazione personale (il codice segreto detto anche PIN), di conservarlo in luogo accessibile o, peggio ancora, insieme alla carta.
L’osservanza di queste semplici regole è utile per evitare brutte sorprese: in caso di uso fraudolento imputabile alla scarsa diligenza del titolare, questi potrebbe essere accusato di condotta gravemente colposa e considerato perciò responsabile di tutte le conseguenze.


Altre norme di prudenza vanno adottate in alcune circostanze particolari: per esempio, quando si consegna la propria carta di credito ad alberghi o autonoleggi e si firma come garanzia un voucher in bianco, è opportuno tutelarsi contro eventuali errori degli esercenti.


Come? Chiedendo di compilare il voucher già firmato una volta effettuato il pagamento con la carta o, se si provvede in altri modi, facendosi consegnare e distruggendo il voucher già firmato. In generale, è buona regola assistere sempre personalmente alle operazioni di pagamento effettuate con carta di credito. In ogni caso, il sistema stesso che regolamenta le carte di credito prevede alcune procedure che limitano i danni legati all’uso fraudolento della carta.

L’esercente può, se lo ritiene opportuno, richiedere un documento di identità a chi paga con la carta, soprattutto quando gli importi sono rilevanti. Ciascun esercizio, d’accordo con la società emittente, ha poi un limite proprio di autorizzazione di spesa, superato il quale il venditore deve chiedere telefonicamente un’autorizzazione alla società prima di accettare il pagamento.

Etichette:

sabato 12 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 17.24 | Link | 0 Commenti

Il conto in posta

La Posta, forte dei suoi 14 mila sportelli, si traveste da banca e mette a punto un conto corrente chiamato Bancoposta.

Le condizioni
Bancoposta paga un tasso di interesse del 2% lordo, le scritture costano 50 centesimi l’una con un massimo di 100 euro all’anno, il bollo sull’estratto conto (che viene inviato ogni mese) è di 25 euro. Il servizio bancomat legato a questo conto si chiama Postamat e funziona sul circuito Maestro (quindi anche all’estero). La tessera può essere usata anche presso gli sportelli bancari pagando una commissione di 1.50 euro in ltalia e 2.50 euro all’estero, mentre l’uso della carta per fare acquisti nei negozi in Italia non comporta spese. Naturalmente non poteva mancare la carta di credito. La Posta, dimostrando di imparare alla svelta delle banche, ne presenta ben tre: la ricaricabile, la classica e la oro. La prima è una carta revolving che costa 20 euro e offre un credito di 1500 euro, le altre due sono emesse con pagamento a saldo e costano rispettivamente 30 euro e 50 euro ed il massìmale è in proporzione al costo: 1500 euro e 5000 euro. Si appoggiano al circuito Mastercard (quindi anche all’estero); la ricaricabile è emessa da Agos Itafinco mentre la classica e la oro da Deutsche Bank.
Attenzione alla carta Bancoposta ricaricabile perché in caso di furto o smarrimento non limita in alcun modo la responsabilità del titolare. Per ultimo il capitolo investimenti: il costo del deposito titoli è basso (con circa 25 euro di bolli all'anno) e l’operatività è uguale a quella bancaria:
compravendita titoli azionari e obbligazionari, Fondi comuni e alcune obbligazioni distribuite dalle Poste, oltre ai Buoni Postali.

La convenienza
Anche se più costoso del vecchio conto corrente postale, Bancoposta risulta fra i più convenienti dal confronto con la maggior parte dei conti correnti offerti dalle banche. Restano ancora alcuni limiti di utilizzo: alcuni problemi con il versamento degli assegni bancari e bonifici. Inoltre alcuni servizi sono di ancora troppo recente introduzione per potere esprimere un giudìzio di merito.

Etichette:

venerdì 11 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 11.50 | Link | 0 Commenti

L'estratto conto della carta di credito

Vediamo ora in dettaglio le voci che compaiono nell'estratto conto della carta di credito.

1- Ente emittente la carta di credito con indicato l’indirizzo che può essere utile per chiedere chiarimenti o presentare reclami. A fianco compare il numero dell’assistenza clienti e i numeri da chiamare, in Italia o all’estero, in caso di furto o smarrimento della carta.

2- Data dell’estratto conto: importante per calcolare i 60 giorni di tempo entro i quali inviare un reclamo scritto alla società emittente in caso di contestazioni.

3- Nome, cognome e indirizzo del titolare.

4- Limite di utilizzo : somma massima che si può spendere ogni mese utilizzando la carta e modo di pagamento; in questo caso a saldo ma può essere anche rateale.

5- Numero della carta che serve a identificarla in caso di furto o smarrimento, viene indicata anche la scadenza della tessera di plastica, da non confondere con la scadenza annuale che indica il mese di pagamento del canone.

6- Data in cui è stato effettuato il pagamento con la carta, utile per effettuare i controlli con gli scontrini.

7- Codice dell’operazione.

8- Importo dell’operazione.

9- Specifica dell’esercente e del luogo dove l’operazione è stata effettuata.

10-Valuta in cui è stata fatta l’operazione.

11- Tasso di cambio; notiamo la differenza tra il cambio del fiorino olandese (NLG), fisso-in quanto appartenente all’area euro, e quello della dracma greca (GRD) variabile perché le operazioni sono state effettuate nel periodo in cui questa valuta non faceva parte-dell'euro.

12- Rimborso spese invio estratto conto, riporta l’ammontare relativo a queste spese; viene indicato anche l’importo del bollo, dovuto solo se l’importo dell’estratto conto supera i 100 euro.

13-Saldo da pagare derivante da tutte le operazioni del mese e data dell’addebito sull’estratto conto.

Etichette:

giovedì 10 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 12.09 | Link | 0 Commenti

I numeri verdi per bloccare le carte

Per aiutarvi a non incorrere in spiacevoli inconvenienti e vedervi deturpare il capitale della vostra carta di credito, per furto o smarrimento, soprattutto in questi mesi di vacanze estive, dove i malintenzionati sono più operosi,vi riportiamo i numeri verdi delle compagnie di maggior rilievo per denunciare e bloccare la carta.

-BankAmericard Classic: 800.821.001; estero 39.0432.7442.01;
-CartaSì: Italia 800.018.548; estero 39.02.3488.4001; Usa 1800.4736.896;
-Moneta Cariplo: Italia 800.825.099; estero 39.02.891372.12;
-Topcard Classic: Italia 800.900.910; estero 39.06.660.541;
-Unicard Visa: 800.820.106; estero 44.207.938.10.31;
-American Express: Italia ed estero 39.06.72.282;
-Banca sella: 800.295.571; estero 39.02.380.104.70;
-Diners Club: Italia 800.864.064; estero 39.06.321.3841;
-Visa Global Assistance Centre: Italia 800.877.232;
-Mastercard Iternational Emergency Services: Italia 800.870.866.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 11.30 | Link | 0 Commenti

Furto di un assegno

Come comportarsi in caso di furto di un assegno? La prima cosa da fare è quella di telefonare in banca e avvertire del furto (indicando i numeri di serie del libretto): prendete nota del nome dell' impiegato con cui avete parlato, perchè un suo intervento tardivo potrebbe compromettere i vostri risparmi.

Recatevi poi a sporgere denuncia presso Carabinieri o Polizia e ritornate in banca a consegnare copia della denuncia.

Un altra copia, sulla quale avete fatto apporre un timbro dall'impiegato della banca che attesti ora e giorno della presentazione, la terrete voi.

Si tratta di una precauzione molto utile: in questo modo eviterete che la banca possa contestare la tempestività della vostra azione addebitandovi l'importo di un assegno incassato in modo fraudolento.

Etichette:

mercoledì 9 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 17.04 | Link | 0 Commenti

La contestazione dell'estratto conto della carta di credito

Ogni mese la società emittente della carta di credito vi comunicherà un estratto conto dei pagamenti da voi effettuati. Se vi risultano degli errori ( ad es, viene registrato un pagamento da voi mai effettuato) contestatelo al più tardi entro 60 giorni e mandate la lettera anche alla banca dove avete il conto corrente sul quale vengono addebitati i pagamenti fatti tramite la carta di credito.

Mittente: Nome e indirizzo del titolare della carta

Spedire a : Nome e indirizzo della società emittente della carta di credito

Nome e indirizzo della banca

raccomandata con avviso di ricevimento
Luogo e data

Oggetto: Contestazione estratto conto carta di credito n. ...........

In data.......ho ricevuto l'estratto conto della carta di credito in oggetto indicata relativo al periodo.........., del quale a mezzo della presente contesto ad ogni effetto di legge la seguente registrazione a mio debito:

Pagamento di Euro......, avvenuto in data......presso l'esercizio commerciale......in quanto da me mai effettuato (oppure in quanto registrato per un importo superiore a quanto da me effettivamente pagato, come risulta dal tagliando che vi allego in copia).

Vi invito per tanto ad effettuare immediatamente le dovute rettifiche ed a non provvedere all'addebito sul mio conto corrente n. ........presso la banca........

Distinti saluti.

Firma

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 11.11 | Link | 0 Commenti

Cos'è il Token

Molte banche che forniscono servizi online mettono a disposizione dei propri clienti il nuovo dispositivo tecnologico Token, per effettuare tutte le operazioni sul conto corrente online in totale sicurezza e rendere impossibili frodi da parte di terzi (ad esempio il phishing o altre forme di truffa telematica).

Il Token è un piccolo strumento elettronico, in grado di generare una password "usa e getta" che può essere visualizzata solo nei 30 secondi successivi. La parola chiave generata, associata a un PIN personale (strong authentication), funziona sia come codice di accesso all'Area Clienti sia come codice di conferma delle operazioni dispositive (per esempio un bonifico).

Il Token è pratico e portatile. Non richiede l'installazione di alcun software ed è semplice da utilizzare: basta premere il pulsante per ottenere la "password".E' possibile usare il dispositivo per collegarsi al vostro conto bancario online da qualsiasi PC, anche in un Internet cafè, con la certezza di non lasciare tracce, senza pensieri.

Il Token è garantito e certificato secondo gli standard della "Certificate Authority" ufficiale VeriSign.

Etichette:

martedì 8 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 14.27 | Link | 0 Commenti

La Carta di Credito di Altroconsumo

La carta di credito lanciata dal famoso movimento consumatori in collaborazione con Banca Sella, viene messa a disposizzione dei soli soci di Altroconsumo e offre le migliori garanzie di convenienza, trasparenza e sicurezza sul mercato: con un canone annuo dimezzato rispetto alle altre carte di credito più usate, restituzione dello 0,2% dei soldi spesi e altri vantaggi, tra cui un contratto senza clausole svantaggiose e l'esistenza di una commissione di conciliazione per risolvere eventuali controversie.

Per richiedere la carta ed ottenere tutte le informazioni sul contratto, i vantaggi della carta ecc... potete rivolgervi direttamente sul sito di Banca Sella. Oppure telefonando al numero verde 800-145738 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 13.36 | Link | 0 Commenti

Carte di credito e pagamenti on line

Al giorno d’oggi, il metodo più utilizzato per fare acquisti on line è la carta di credito. Viene considerato un mezzo sicuro , efficace e rapido, si inserisce il codice della carta su internet e come per magia l’articolo richiesto diventa tuo. Ma ve lo siete mai chiesto quanto è sicuro e come funziona?
Quando si trasferiscono i propri dati ed il numero della carta di credito, dal nostro computer al sito di interesse, gli stessi, attraverso alcuni protocolli di sicurezza, vengono criptati, resi quindi illeggibili a terze persone.
Oltre a ciò, i nostri dati personali vengono protetti nei database degli istituti finanziari cosicché nessuno possa trafugarli. E’ molto raro l’uso illecito on line di carte di credito, mentre vi sono numerosi casi di uso di numeri di carte di credito per acquisti off line.
Alcune società, leader nel campo delle carte di credito, hanno creato servizi di sicurezza come: possedere un codice segreto personale che viene richiesto per conferma prima di effettuare il pagamento; o un servizio di sms che verrà inviato ogni qualvolta venga effettuato un pagamento, molto utile per individuare un eventuale clonazione…sarà, infatti, molto semplice accorgersi che il pagamento non è stato fatto da voi. In tal caso, ossia se la truffa viene provata, non comporterà alcun onere per il cliente, che verrà rimborsato dalla banca.

Etichette:

venerdì 4 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 15.05 | Link | 0 Commenti

Ancora truffe a carico di Poste Italiane

Continuano le frodi a carico di centinaia di possessori di carte di credito postpay e conti correnti postali.
La polizia postale di Bologna ha indagato su nove persone, cinque delle quali sono state arrestate in data odierna nel livornese e a Verona; anche il capo dell’organizzazione è finito in carcere, arrestato in Romania, con l’aiuto dell’Interpol.
Le indagini sono partite dalle denunce di centinaia di giovani ed anziani cittadini del bolognese a cui erano state sottratte, illecitamente, diverse somme di denaro.

La banda di criminali informatici, utilizzando tecniche di phishing, inviavano migliaia di e-mail esca che si collegavano a siti fittizi di Poste italiane predisposti per impossessarsi dei codici di accesso alle carte di credito e ai conti online.

In seguito i codici riservati venivano venduti ad altre bande congiunte, alle quali dirottavano, su carte postpay amministrate dall'organizzazione, opportunamente intestate a compiacenti prestanome o perfino a persone decedute, i profitti delle truffe phishing. Quest’ultimi ammontano a circa un milione di euro.

Etichette:

giovedì 3 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 18.53 | Link | 0 Commenti

Accordo Park to Fly-Fidiscard nel progetto Targa

Park To Fly, importante gruppo proprietario delle più grandi parcheggi per auto nei pressi dei più importanti aeroscali, ha raggiunto una joy venture commerciale con fidiscard, compagnia i cui soci di riferimento sono Fiat e Aci.

Il programma di fidelizzazione Targa del Gruppo Fiat sarà attivo dal 1 luglio di quest'anno, e sarà abbinato a 300.000 carte di credito, di cui le emittenti saranno BankAmericard (Deutsche Bank) e UnicreditConsumer Financing sui circuiti Visa e MasterCard.

L'utilizzo della nuova carta di credito per effettuare i pagamenti nei vari parking aeroportuali, permetterà di accumulare dei bonus sconto dell'8%, che potranno essere riutilizzazti dai titolari della carta per l'acquisto di una nuova autovettura o altri servizi offerti da Gruppo Fiat Automobiles e partner.

Etichette:

mercoledì 2 luglio 2008
Inserito da: Cristiano, 11.17 | Link | 0 Commenti

La nuova carta energia lanciata da Mpe

La Mpe, società di cui fà capo Carmine Biello, di proprietà della famiglia Merloni che controlla Indesit, lancia sul mercato la carta ricaricabile dell'energia.

La nuova carta dovrebbe arrivare sul mercato verso i primi giorni di agosto, mantenendo i costi fissi per almeno i primi 2 anni, ma con la probabilità che diventino 3 anni.

Nei costi della nuova carta sono compresi tutti i costi aggiuntivi dell'energia, come acquisto, vendita, dispacciamento e sbilanciamento, verranno messi a disposizione delle famiglie 3 tipi di tagli con cifre da 3mila, 4mila 500 e 6mila kWh/anno al prezzo rispettivamente di 690 euro, 990 euro e 1.290 euro, ma con agevolazioni per chi ricaricherà online il credito.

Il credito della ricaricabile dovrà essere usato entro 2 anni dall'acquisto, ma l'eventuale avanzo non andrebbe perso perché verrebbe riaccreditato sull'acquisto successivo.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 10.51 | Link | 0 Commenti

Il telefonino come la carta di credito

Il telefonino è divenuto ormai un centro multiservizi, una potente piattaforma con le più disparate possibilità di fruizione da parte dell'utente.

Infatti da oggi è possibile effettuare con il tanto amato telefonino cellulare anche piccole transazioni finanziarie come fosse una carta di credito, ciò e stato reso possibile Dalla Vodafone in collaborazione con l'azienda milanese Onebip, (Unify Media Group) che fornisce soluzioni di microtransazioni tramite telefoni cellulari per acquisti online.

Si chiama Vodafone store, una specie di piccolo portafogli online per effettuare piccoli pagamenti, quelli inferiori ai dieci euro di beni e servizi.

Da oggi, ogni volta che i clienti vorranno acquistare uno dei prodotti offerti dai siti dei partner, sarà sufficiente cliccare sull’icona Vodafone Store presente tra le modalità di acquisto offerte, e confermare la transazione.

Certo non si può ancora paragonare ad una vera e propria carta di credito, ma e già un buon passo in avanti.

Etichette:


Inserito da: Cristiano, 10.30 | Link | 0 Commenti