una donna a capo della banda che clonava carte di credito


I carabinieri continuano la ricerca del basista del gruppo di bulgari, ancora latitante, che clonavano carte di credito.
Le ricevute dei prelevamenti bancomat allegati ad ogni operazione dimostrano l'intento dell'organizzazione criminale dedita a questo genere di truffa. Questi servivano per sapere l'ammontare del bottino prima di dividerlo tra i complici.
Nella borsa della donna c'era un elenco di codici "rubati" (circa 100), ed una mappa con l'elenco di tutte le filiali della banca "Monte dei Paschi".
I tre bulgari operavano tra Roma-Teramo-Ascoli Piceno.
lunedì 27 luglio 2009
Inserito da: chiara, 16.03

0 Commenti:

Aggiungi un commento