Carta revolving senza reddito.

Con i controlli che si fanno più serrati ed i requisiti richiesti che aumentano, ottenere una carta di credito può non risultare semplice per alcuni. Ad esempio in assenza di un reddito riscontrabile o fisso, oppure con una situazione di storia creditizia che presenti alcune pecche.

Le offerte sono comunque diversificate e non è impossibile trovare accesso ad una carta, anche una carta revolving, seppur ci si trovi in una delle situazioni sopra descritte.
La carta revolving è quel tipo di carta che offre un credito, cioè un plafond di denaro a disposizione, che si può rimborsare del tutto, come per le carte di credito classiche, il mese successivo alla spesa, oppure a rate, con interessi più alti ma quote mensili di fatto più basse. Si allungherà in questo modo la vita del debito, si pagheranno più interessi, ma per alcuni è la soluzione più comoda.

Gli interessi delle carte revolving scattano solo sulle somme effettivamente utilizzate, la prima avvertenza è comunque di fare attenzione agli interessi reali applicati. Ci sono stati casi eclatanti ultimamente riguardanti interessi illegali, praticati su questo tipo di prodotto finanziario. Casi comunque che hanno prodotto il risultato positivo di attirare l'attenzione su alcune banche, men che corrette, e dunque sembra che al momento le offerte anche sulle carte revolving siano più tenute sotto controllo, con ovvi risultati "calmieranti".

Una carta di credito revolving può essere richiesta anche se non si possiede un conto corrente, in alcuni casi, come per esempio nel caso delle casalinghe, senza un reddito dimostrabile; in questo senso simulano e suppliscono al prestito personale, oppure ad un fido, non ottenibile da queste categorie di persone.
In molti casi, la carta revolving può essere ottenuta, ad esempio da un giovane senza lavoro stabile, oppure appunto dalle casalinghe, tramite una banca che conosca la famiglia, ed abbia instaurato con altri componenti la famiglia stessa, un rapporto di fiducia.
In altri casi possono venire richieste garanzie aggiuntive, quali ad esempio una firma fideiussoria.

Le carte revolving, concesse in assenza di reddito, e magari senza richieste di garanzie, sono comunque carte dal plafond limitato, nella maggior parte dei casi si tratta di un limite massimo di spesa di 5000 Euro. Un ottimo modo, comunque, di instaurare quel rapporto di fiducia con l'istituto bancario, che probabilmente accoglierà con valutazione positiva una ulteriore richiesta se la storia creditizia iniziata con la revolving è stata del tutto soddisfacente.

Un ottimo modo dunque di superare un periodo magari di temporanea difficoltà, ottenere fondi spendibili, senza troppe lungaggini burocratiche, e potersi costruire anche una storia creditizia, spendibile poi per ulteriori eventuali richieste.

La American Express è una di quelle carte che possono venire offerte anche in assenza di reddito, altra alternativa è la Barclaycard, sarà facile dunque controllare e confrontare i tassi, che come non ci stanchiamo di ripetere, quando si tratta di prodotti revolving sono l'elemento di maggior importanza.

IN BREVE SULLE CARTE REVOLVING SENZA REDDITO:
Ottenere una carta di credito revolving in assenza di una fonte di reddito dimostrabile è certo difficile ma non impossibile. Inoltre, una volta ottenuta, rappresenta un precedente e se ben gestita, questa opportunità contribuirà a costruire una storia creditizia al positivo.
Elemento basilare delle revolving sono i tassi applicati, raccomandiamo dunque la massima attenzione nel valutare e confrontare le offerte.

 

Post a comment

CreditExpress Dynamic Image Banner 300 x 250 04.2015