ACQUISTARE CON CARTA

Il commercio elettronico online rappresenta uno strumento comodo e talvolta conveniente per fare acquisti quasi in ogni settore merceologico; il pagamento online garantisce una certa garanzia in quanto esistono servizi di sicurezza aggiuntivi alle carte di credito.

Normalmente, il loro funzionamento si basa sulla generazione di un codice segreto o di una password, che il titolare della carta di credito deve utilizzare durante le transazioni presso negozi online convenzionati. Il loro funzionamento prevede l’iscrizione del titolare ad un sistema di sicurezza, così come l’iscrizione del negozio online stesso.

Infatti la questione principale legato agli acquisti online è proprio quello di poter inserire i dati della propria carta senza correre il rischio di essere vittima di acquisizione indebita o clonazione della carta. Ad oggi prestando attenzione a pochi e chiari consigli si può acquistare in piena garanzia.
Indubbiamente è necessario possedere una carta di credito, digitarne il numero, la data di scadenza e far sì che l’acquisto vada a buon fine con sicurezza.
Dal finire degli anni ’90 ai giorni nostri, si è sviluppata una precisa normativa in materia, che tutela chi ha fatto acquisti on line e di cui è necessario prendere visione per avere consapevolezza dei propri diritti e delle possibilità di tutela contro truffe o difetti dei beni acquistati. 

E’ consigliabile avere la totale consapevolezza della tutela legale che protegge i nostri acquisti Online e tenere bene in mente alcuni consigli pratici. 
Innanzitutto assicurarsi di acquistare su siti che prevedano l’impiego di un software per l’acquisto sicuro, ovvero che criptino i codici della carta di credito. 
E’ inoltre opportuno tenere costantemente sotto controllo l’estratto conto della propria carta di credito, per verificarne un eventuale abuso od uso fraudolento; in questo caso la legge consente di rivolgersi agli istituti emettenti la carta di credito per ottenere il rimborso delle spese effettuate in via fraudolenta.
Innanzi tutto, è opportuno segnalare che se la ditta fornitrice ha sede legale in Italia o nel territorio dell’U.E., la normativa che si applica è quella prevista dalla Raccomandazione della Commissione Europea del 30 luglio 1997 n.97/489/CE specificata in Italia dal Decreto Legislatviov 22 maggio 1999, n. 185.

Nel caso in cui si effettuino acquisti su siti di fornitori che abbiano la propria sede legale al di fuori dell’Unione Europea, è consigliabile prendere alcune informazioni essenziali per la garanzia dell’acquisto:
dati anagrafici del fornitore (nome, cognome e ragione sociale)
indirizzo delle sede legale del fornitore
contatti (numero di telefono e indirizzo di posta elettronica)
indicazione dei servizi di assistenza e garanzia
dettagliata descrizione delle caratteristiche essenziali del bene che si vuole acquistare
indicazione del prezzo finito, comprensivo di tasse e spese di spedizione
indicazione dettagliata delle tasse e oneri aggiuntivi e loro destinazione
eventuali spese di cambio valuta e/o transazione internazionale
termini di consegna del bene
condizioni e termini per l’esercizio del diritto di recesso
Nel caso in cui si effettuino acquisti cu siti fornitori facenti parte del territorio nazionale/comunitario le normative sono regolamentate dalla Raccomandazione della Commissione Europea, come già citato, la quale prevede che un sito Internet dedicato al commercio elettronico deve riportare i dati anagrafici (nome o ragione sociale) del fornitore, l’indirizzo delle sede legale ed i recapiti per contattarlo (numero di telefono e indirizzo di posta elettronica). 
Inoltre, nell’offerta di vendita, la legge prevede che vengano indicati espressamente, pena l’illegittimità, alcuni elementi essenziali:
indicazione dei servizi di assistenza e garanzia
dettagliata descrizione delle caratteristiche essenziali del bene che si vuole acquistare
indicazione del prezzo finito, comprensivo di tasse e spese di spedizione
indicazione dettagliata delle tasse e oneri aggiuntivi e loro destinazione
termini di consegna del bene
deve essere espressamente indicata la facoltà di esercitare il diritto di recesso dal contratto di acquisto
L’acquirente qualora, per qualsiasi motivo volesse rinunciare all’acquisto, ha la facoltà di richiedere il Diritto di Recesso.

Il Diritto di Recesso dà la possibilità di recedere dal contratto e per legge deve essere espressamente completamente indicato, con allegate condizioni, termini e modalità di esercizio del diritto di recesso stesso. Tale diritto prevede termini finali e decorrenza differente nel caso in cui si acquistino beni o servizi:
il diritto di recesso dall’acquisto di beni può essere esercitato nei 10 giorni successivi al ricevimento dello stesso
il diritto di recesso dall’acquisto di servizi può essere esercitato nei 3 mesi successivi alla conclusione del contratto 
.

Post a comment

CreditExpress Dynamic Image Banner 300 x 250 04.2015