Logo Carte di Credito Online Guide, discussioni, links per una scelta delle carte di credito

Braccialetti elettronici per il pagamento elettronico

Carte di credito e braccialetti elettronici; accesso wireless a Internet, e-mail spedite dai secchioni della spazzatura: è la spiaggia del futuro. Neanche troppo lontano, visto che il prossimo anno sarà accessibile a Ocean City, negli Stati Uniti.

Lo si legge sul sito internet della Cnn. I turisti che arriveranno in questa cittadina dello stato del New Jersey indosseranno braccialetti che automaticamente addebiteranno sulle loro carte di credito il pedaggio per l’accesso alla spiaggia, il parcheggio, gelati, bibite e tutto ciò che sarà acquistato per rendere più piacevole la permanenza in riva al mare.

“Questo è il futuro”, ha detto Karen Kinloch, residente estiva di Ocean City, entusiasta della novità. Positivo anche il giudizio di Will McKinley, uno degli operatori che hanno il compito di controllare il badge dei bagnanti, che attesta il pagamento del pedaggio.

“Il mio lavoro sarà più facile e non dovrò disturbare i turisti mentre prendono il sole”, ha detto. Perché basterà “scannerizzare” la sabbia per scoprire gli eventuali evasori. Ma il lavoro rischia di perderlo, visto che la nuova tecnologia dovrebbe permettere di dimezzare il numero degli operatori sulle spiagge: lo scorso anno, la spesa per pagare 170 lavoratori ha superato i 282.000 dollari. Non sarà però aumentato il prezzo per accedere alla spiaggia: 5 dollari per un giorno, 10 per una settimana, 20 per l’intera estate.

Il progetto per una spiaggia hi-tech, che permetterà l’accesso wireless a internet, costerà 3 milioni di euro. C’è anche una novità che renderà felici i genitori più apprensivi. I loro braccialetti potranno essere “legati” a quelli dei figli: se la prole oltrepasserà il varco elettronico all’uscita della spiaggia senza i genitori, un messaggio sarà subito inviato al loro telefonino.
Anche i secchioni della spazzatura saranno ipertecnologici: sensori solari posizionati al loro interno rileveranno la quantità di rifiuti contenuta. E prima che siano colmi, un’e-mail generata automaticamente raggiungerà gli uffici per la raccolta dei rifiuti, che manderanno un operatore a svuotare i contenitori.